Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tempestivo l'intervento della "Cilento Emergenza onlus"

Turista rischia di annegare a Camerota, salvata dai bagnanti


Turista rischia di annegare a Camerota, salvata dai bagnanti
28/09/2010, 10:09


CAMEROTA (Sa) - Turista ubriaca rischia di annegare, salvata dai bagnanti. E’ successo a Marina di Camerota, sulla spiaggia “Calanca”, dove una donna di 36 anni, di origine tedesca, ha rischiato di morire dopo un tuffo nel mare in tempesta. Erano da poco passate le 16 quando si è sfiorata la tragedia. La donna, apparentemente cosciente,  ha perso improvvisamente le forze non riuscendo più a tornare a riva. Alcuni residenti l’hanno notata e si sono gettati in mare in suo soccorso. E’ così che con non poche difficoltà la malcapitata è stata recuperata e trascinata sul bagnasciuga. Sul posto è giunta in pochi minuti anche un’ambulanza medicalizzata dell’associazione “Cilento Emergenza onlus” inviata sul posto dalla centrale operativa del 118 di Vallo della Lucania. I volontari hanno prima cercato di rianimare la donna e poi l’hanno trasportata presso la guardia medica di Camerota dove la 36enne, ripresa conoscenza, ha dichiarato di aver bevuto qualche bicchiere di vino di troppo e poi essersi gettata in mare. Fortunatamente le sue condizioni, che inizialmente sembravano gravi, non destano preoccupazione. “Ancora una volta- ha dichiarato il consigliere comunale delegato alla Protezione Civile Nicodemo Saggiomo - è stato evitato il peggio grazie all’intervento tempestivo dell’unica ambulanza operativa nell’ambito comunale, affidata alla professionalità di volontari che svolgono questa attività in maniera gratuita, con i quali – continua Saggiomo - il Comune ha stipulato un protocollo d’intesa per far fronte in prima battuta a tutte le emergenza sul territorio comunale”.

Commenta Stampa
di Red. pro.
Riproduzione riservata ©