Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Un’ ingegnoso sistema di trasporto: loro non sapevano

Turisti come corrieri di droga: 30 arresti a Piacenza


Turisti come corrieri di droga: 30 arresti a Piacenza
11/10/2011, 11:10

PIACENZA – I carabinieri di Piacenza hanno sgominato una organizzazione criminale dedita al traffico di stupefacenti nelle province di Piacenza, Pavia e Lodi. L’organizzazione riusciva a procurarsi cocaina e hashish dal Marocco ogni due giorni, grazie ad un ingegnoso sistema di trasporto: i trafficanti adescavano turisti col pretesto di ospitarli e a loro insaputa imbottivano le loro auto di droga, che recuperavano una volta raggiunta l’Italia attraverso la Spagna.
L’operazione dei Carabinieri denominata “Re Matto”, chiusa con l’arresto in flagranza di reato di 12 persone ed il sequestro di quindici chilogrammi di hashish e 150 grammi di cocaina, ha dato esecuzione a 18 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettanti soggetti di origine marocchina. Lo stupefacente veniva reperito dal Marocco e trasportato a mezzo corriere attraverso la Spagna. Si è potuto accertare, infatti, che per il trasporto dei narcotici gli arrestati si recavano in Marocco e adescavano ignari turisti italiani automuniti, ai quali fornivano ospitalità. Negli ultimi giorni di villeggiatura chiedevano in prestito l’autovettura e la imbottivano di stupefacente per poi recuperarla una volta giunti in Italia. Il sistema escogitato gli consentiva di trasportare lo stupefacente senza il timore di subire controlli di polizia e con la sicurezza di non poter mai risalire al sodalizio in caso di sequestro.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©