Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tutti i treni direttissimi della Circumvesuviana faranno tappa a San Giorgio a Cremano dal 19 settembre


Tutti i treni direttissimi della Circumvesuviana faranno tappa a San Giorgio a Cremano dal 19 settembre
15/09/2011, 17:09

SAN GIORGIO A CREMANO (Napoli) - Tutti i treni direttissimi della Circumvesuviana sulla linea Napoli – Sorrento, all’andata e al ritorno, si fermeranno, dal 19 settembre, alla stazione di San Giorgio a Cremano.” Ne dà notizia il sindaco Mimmo Giorgiano in seguito ad un colloquio con i vertici dell’azienda. Lo scorso mese di luglio il Sindaco aveva incontrato l’amministratore delegato di Circumvesuviana Gennaro Carbone per richiedere, tra l’altro, di ripristinare l'apertura pomeridiana delle biglietterie delle stazioni di San Giorgio a Cremano e di Cavalli di Bronzo di rafforzare le misure di sicurezza e di far effettuare a San Giorgio a Cremano al fermata dei treni direttissimi da Napoli a Sorrento.
“Il dottor Carbone – spiega il primo cittadini sangiorgese – ci aveva garantito un flusso di informazioni costante verso l'Amministrazione Comunale ed ha mantenuto la promessa. La decisione di far fermare dodici corse di treni direttissimi a San Giorgio a Cremano è importantissima anche in considerazione del fatto che la nostra città è capolinea della tratta che porta direttamente al Centro Direzionale di Napoli e che nei pressi della stazione è presente un parcheggio intermodale.”  “Molti cittadini – conclude Giorgiano – mi hanno chiesto di farmi portavoce nei confronti della Circumvesuviana dei disagi di cui sono costretti a soffrire anche il seguito al taglio delle corse e di proposte per il miglioramento del servizio ed ho già fatto sentire la mia voce a riguardo, scrivendo anche una dura lettera al presidente della Regione Campania Stefano Caldoro. Nell’interesse della comunità sangiorgese e vesuviana auspico un rafforzamento delle sinergie tra Comune e Circumvesuviana, affinché i due enti possano continuare a lavorare insieme per trovare nuove soluzioni a favore dell'utenza, in particolare di quella svantaggiata.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©