Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ma lei spiega: "Il mio era un complimento"

Twitta sugli italiani alle Paralimpiadi, ex politico inglese nella bufera


Twitta sugli italiani alle Paralimpiadi, ex politico inglese nella bufera
30/08/2012, 15:55

LONDRA (INGHILTERRA) - Come durante le Olimpiadi, anche durante la Paralimpiadi le gaffe (o presunte tali) non si contano. ANche quando non sono gaffe. 
Ci sono state molte accuse di questo genere nei confronti di Edwina Currie, ex sottosegretario alla Salute in un precedente governo Tory, che oggi ha twittato: "Gli italiani sono bellissimi, persino in sedia a rotelle!". Una frase che è stata giudicata in maniera negativa. Addiruittura un utente l'ha definito "il peggiore insulto mai sentito su Twitter". 
Ma la Currie ha negato che ci fossero intenzioni negative, spiegando che il suo voleva solo essere un complimento. Ed in effetti non vedo che ci sia di offensivo: piaccia o non piaccia, sono molti gli atleti delle Paralimpiadi che nella loro vita ordinaria stanno su una sedia a rotelle o comunque utilizzano altri ausilii per condurre una vita normale o quasi. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©