Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Al sindaco:"Voi parlate di malavita? Io sono dei Gionta"

Ubriaco e armato di pistola minaccia sindaco del Napoletano


Ubriaco e armato di pistola minaccia sindaco del Napoletano
30/10/2013, 14:27

NAPOLI - In preda ai fumi dell'alcol è stato sorpreso e arrestato dalla Polizia mentre in strada, armato di una pistola, minacciava il sindaco di Torre Annunziata (Napoli), Giosué Astarita: il fatto è avvenuto ieri sera. A finire in manette è stato un pregiudicato di 34 anni, Antonio Uliano, figlio di Michele Uliano, soprannominato "'o pastore", che fu l'autista della moglie del boss Valentino Gionta.

Uliano, risultato positivo all'alcoltest, è ora accusato di detenzione e porto di arma da guerra clandestina, ricettazione, resistenza e minacce aggravate. Il sindaco di Torre Annunziata ha riferito ai poliziotti di essere stato avvicinato da Uliano mentre era in un bar della città, a poca distanza dal commissariato: l'uomo, verosimilmente ubriaco, ha cominciato a farfugliare frasi sconnesse. Poi, rivolgendosi al primo cittadino, ha detto: "stasera c'è anche il sindaco. A voi (il sindaco, ndr) piace sempre parlare della malavita: io appartengo ai Gionta". Starita, dopo l'episodio, ha cercato di allontanarsi ma ha è stato raggiunto da Uliano che ha estratto una pistola dalla cintola dei pantaloni - una Beretta calibro 9 parabellum con colpo in canna, matricola punzonata e 15 cartucce nel caricatore - e l'ha puntata verso il sindaco.

A questo punto, dopo una segnalazione relativa a una lite in strada, sul posto è giunta un'auto della polizia,: gli agenti, con la dovuta cautela, si sono avvicinati al 34enne e, al termine di una colluttazione, sono riusciti a disarmarlo. Per lui, oggi, è previsto il giudizio con rito direttissimo nel tribunale di Torre Annunziata.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©