Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La vittima era malata di schizofrenia

Uccide a bastonate la figlia disabile


Uccide a bastonate la figlia disabile
29/12/2011, 19:12

ROMA – Ennesimo dramma familiare quello avvenuto giovedì mattina in via Raffaello 194, nella zona di San Paolo.
Un’anziana donna, Concetta Cottone, esasperata da anni dalla malattia della figlia 49enne,Assunta Arceri, l’ha uccisa a bastonate. Un vero raptus di follia, senza premeditazione, dopo essersi presa cura della figlia con amore e devozione per molti anni. Da quanto emerge da una prima ricostruzione dei fatti, pare  che la donna dapprima tentato di soffocare la figlia con un cuscino per poi colpirla – fino ad ucciderla - con il primo oggetto a portata di mano: il manico di una scopa.
A chiedere aiuto alla Polizia di Stato, è stata la sorella gemella della vittima - anch’essa vittima di schizofrenia - che, rendendosi conto dell’accaduto, ha immediatamente avvisato gli agenti di polizia.
La 76enne ha atteso l’arrivo degli uomini della questura di Brescia a casa. Ai poliziotti che l’hanno interrogata la donna ha dichiarato di essere esasperata da anni dai problemi di schizofrenia della figlia e “di avere perso il controllo”.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©