Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il ragazzo, minorenne, ha cofessato in nottata

Uccide e brucia la fidanzatina di 16 anni, era geloso


Uccide e brucia la fidanzatina di 16 anni, era geloso
26/05/2013, 11:10

CORIGLIANO CALABRO (COSENZA) – Il minore sottoposto a fermo in nottata per l’omicidio della sedicenne uccisa e bruciata a Corigliano Calabro, in provincia di Cosenza, ha confessato il suo reato. Nel corso dell’interrogatorio a cui è stato sottoposto questa notte nella caserma dei carabinieri, il minore ha confessato al pm della Procura di Rossano, Maria Vallefuoco, di aver accoltellato la fidanzatina in seguito ad una lite legata a questioni di gelosia. I due giovani avevano un rapporto travagliato, un rapporto ripreso da poco tempo e caratterizzato da liti continue e gelosie reciproche.

E’ stato lo stesso ragazzo a confessare dove si trovasse il corpo della sua fidanzatina, che dopo essere stata accoltellata è stata anche bruciata e abbandonata in una zona isolata non lontana dall’istituto di ragioneria che frequentava, dove si sono recati il comandante provinciale dei carabinieri di Cosenza, Francesco Ferace, quello del reparto operativo, Vincenzo Franzese, e i militari della Compagnia di Crotone e della sezioni rilievi scientifici del Comando provinciale.

Venerdì pomeriggio il ragazzo si era presentato in ospedale con delle ustioni al volto, ma alle domande insistenti dei carabinieri aveva risposto spiegando di aver subito un’aggressione. Tuttavia la sua versione dei fatti non è stata sufficientemente convincente e allora, in seguito alla denuncia della scomparsa della sedicenne, che non era tornata a casa dopo la scuola, i carabinieri hanno continuato a sentire il giovane fino a quando quest’ultimo non gli ha confessato tutta la verità.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©