Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Il cadavere trovato in una scarpata

Uccide la fidanzata poi usa Facebook per depistare le indagini


Uccide la fidanzata poi usa Facebook per depistare le indagini
06/01/2012, 09:01

PUTIGNANO (BARI) - Antonella, 20 anni, si fidava del suo fidanzato, Antonio Giannandrea, di 19 anni; lo amava e si riteneva riamata. Chissà se l'ha pensato anche mentre Antonio la strangolava (e forse tentava di sgozzarla), ieri mattina, perchè lei aveva deciso di lasciarlo. Non soddisfatto, l'omicida le ha anche sfigurato il viso, forse a colpi di pietra, prima di buttarla in una scarpata alla periferia di Putignano, comune in provincia di Bari in cui entrambi abitavano.
Dopo l'omicidio, il ragazzo ha anche tentato di sviare i sospetti da sè usando Facebook. Ma nel frattempo la Polizia era stata avvisata della scomparsa della ragazza, e quell'attività sul social network anzichè sviare i sospetti li ha accentrati su Antonio. Così nel pomeriggio il Pm ha incaricato i Carabinieri di Gioia del Colle - comune vicino a Putignano - di andare a prendere il ragazzo e di portarlo in caserma per un interrogatorio. Al termine del quale il giovane omicida è crollato, confessando l'omicidio e dando le indicazioni per trovare il cadavere della ragazza, recuperato verso le otto di sera. Ora sarà il medico legale ad esaminare il corpo e a stabilire l'esatta dinamica dell'omicidio.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©