Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

La donna massacrata dal marito della nipote a forbiciate

Uccise anziana a Napoli, arrestato dopo due giorni


Uccise anziana a Napoli, arrestato dopo due giorni
25/09/2009, 20:09

Nel primo pomeriggio di mercoledì Ida Di Maio, 79 anni, venne ritrovata in una pozza di sangue dai nipotini che tornavano da scuola. Era stata ferocemente accoltellata all’addome. La donna morì poche ore dopo, in ospedale. I sospetti si erano sin dal primo momento concentrati sul marito della nipote. Dopo due giorni di ricerche, le forze dell’ordine lo hanno scovato: si era nascosto in un cantiere abbandonato nel quartiere.
Saverio Scevola, 37 anni, è stato tratto in arresto per omicidio. Gli agenti del commissariato Bagnoli lo hanno trovato nell’area industriale dismessa dell’Italsider, dove si era rifugiato dopo aver colpito a morte la nonna della compagna. L’uomo era già noto alle forze dell’ordine e risulta che soffra di problemi psichici. Secondo la ricostruzione, l’omicidio sarebbe avvenuto in seguito ad una violenta lite in famiglia in un appartamento al numero 66 di via De Sivo, zona di Cavalleggeri, quartiere Bagnoli (Napoli). La compagna dell’uomo era uscita di casa per andare a prendere a scuola alcuni dei sei figli, lasciando il 37enne da solo con l’anziana. Forse una parola di troppo, un prosieguo del litigio, hanno fatto scattare il raptus. Scevola ha afferrato un grosso paio di forbici e si è scagliato contro la donna, colpendola all’addome. L’arma del delitto è stata ritrovata nella stanza da bagno dell’appartamento al secondo piano, ancora sporca di sangue. Subito dopo l’aggressione era scappato, nascondendosi all’interno degli stabilimenti ex Italsider in via Enrico Cocchia.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©