Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Uccise per 10 euro,condanna ad ergastolo

Accoltellò il vicino di casa per un debito di 10 euro

Uccise per 10 euro,condanna ad ergastolo
17/11/2011, 19:11

Ergastolo per Ubaldo Vespa ,52 anni, che uccise a coltellate il vicino di casa ,Emilio Cappetta di 38 anni ,perché non gli aveva restituito un prestito di 10 euro.
La condanna è stata inflitta dal gup  del Tribunale di Roma ,Antonella Capri ,al termine di un giudizio abbreviato.
Il delitto avvenne il 21 marzo scorso in via Palermo. Vespa e' stato condannato per omicidio volontario aggravato e violazione della legge sulle armi. Uccise l'avversario a coltellate e al momento dell'arresto si giustificò dicendo che Cappetta l'aveva colpito a pugni.
 A provocare il litigio come si e' detto la mancata restituzione di 10 euro
 
Il giudice, che ha accolto le richieste del pubblico ministero Vincenzo Barba ha condannato l'imputato anche al risarcimento dei danni in separata sede alla famiglia della vittima, costituitisi parte civile con gli avvocati Eugenio Daidone e Fabrizio Consiglio ,fissando una provvisionale in 250 mila euro, come risarcimento dei danni complessivi.

Commenta Stampa
di Broegg Anna Carla
Riproduzione riservata ©