Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Si fidarono di una curatrice che la curava con le vitamine

Uccisero la figlia togliendole l'insulina, condannati i genitori


Uccisero la figlia togliendole l'insulina, condannati i genitori
18/05/2010, 16:05

FIRENZE - Sostituirono l'insulina della figlia 16enne diabetica con degli integratori vitaminici, seguendo le indicazioni di una pseudo-omeopata; per questo sono stati condannati dal Tribunale di Firenze per omicidio colposo aggravato.
I fatti sono del 2008. Quando Dario Palomba ed Elisabetta Ontanetti scoprirono che la figlia Clara di 16enne era ammalata di diabete, cominciarono a curarla con l'insulina, come avviene normalmente. Poi qualcuno consigliò ai genitori di rivolgersi all'omeopata Maya Randolph, la quale li convinse a rinunciare al medicinale, per sostituirlo con un integratore formato essenzialmente da vitamine. In breve l'organismo della ragazza non resse a causa dell'eccesso di zucchero nel sangue e delle loro conseguenze e morì il 13 maggio del 2008. Per questo furono indagati sia i genitori della ragazza che la signora Randolph. Oggi c'è stata la sentenza del Tribunale di Firenze contro i genitori. Il Pubblico Ministero aveva chiesto di condannare il padre a 22 anni di reclusione e la madre a 14 anni e 6 mesi per omicidio volontario sotto il profilo del dolo eventuale (significa che i genitori hanno fatto un'azione, mettendo in conto che rischiavano la vita della figlia, ndr). Ma il Tribunale ha deciso che non c'erano gli estremi per una condanna così pesante e quindi li ha condannati rispettivamente a 3 anni e 6 mesi il padre e 2 anni alla madre per omicidio colposo aggravato.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©