Cronaca / Droga

Commenta Stampa

Simone B. è deceduto in circostanze misteriose

Ucciso da overdose a 16 anni, dramma ancora da chiarire

Pochi giorni fa era morto anche un suo amico

Ucciso da overdose a 16 anni, dramma ancora da chiarire
12/05/2011, 21:05

GENOVA – “Simone, un altro angelo volato via”. Le parole, toccanti, sono state scritte su Facebook  da un gruppo di amici che hanno voluto ricordare con una pagina apposita il loro amico Simone B., il sedicenne di La Spezia morto per un overdose in circostanze ancora tutte da chiarire.
Attualmente i Carabinieri stanno interrogando una coppia, che avrebbe venduto la dose letale al ragazzo. Che Simone sia stato ucciso dalla droga sembra essere confermato dal fatto che la vittima faceva parte dei “gabber”, slang con cui si indicano gruppi di giovani che ascoltano musica techno hardcore sotto l’effetto delle sostanze stupefacenti.
Al momento gli esami autoptici sul corpo del ragazzo non hanno fatto emergere ulteriori dettagli sulle cause del decesso.
Un particolare inquietante, però, si è fatto strada nelle ultime ore: Simone era molto amico di un certo Aldino, un altro adolescente con la passione per la stessa tipologia di musica. Pochi giorni fa Aldino è morto, stroncato da un infarto in discoteca avvenuto dopo aver consumato droga. In quell’occasione Simone gli aveva lasciato un messaggio su Internet: “Ti raggiungerò presto”. Parole che si sono poi rivelate profetiche. Solo un drammatico presagio o la voglia di farla davvero finita?

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©