Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

La storia tragica di un amore scomodo

Ucciso e abbandonato dal padre della fidanzata


.

Ucciso e abbandonato dal padre della fidanzata
15/07/2013, 12:54

NAPOLI – Un amore scomodo, non condiviso è alla base dell’efferato omicidio di Vincenzo De Stasio, 25 anni, finito a colpi di pistola ed abbandonato in una Panda nei pressi della Stazione Centrale di Napoli. A ritrovare il cadavere dell’uomo i Carabinieri che hanno immediatamente avviato le indagini. In poche ore i militari hanno ricostruito l’avvenuto, anche grazie al fatto che Andrea Cipolletta, 46 anni, padre della fidanzata del giovane ucciso, si è costituito ed ha confessato di aver ucciso il giovane con una pistola detenuta proprio dal ragazzo.  Cipolletta era contrario alla relazione della figlia con De Stasio e durante un incontro di chiarimento lo ha ucciso in preda all’ira. Secondo quando ricostruito da Cipolletta il ragazzo aveva confidato all’uomo l’intenzione di trasferirsi al nord insieme alla figlia. Di là il diverbio e la colluttazione terminata con l’assassinio del giovane. Il fatto è accaduto ad Acerra; l’uomo ha poi portato l’auto a Napoli dove l’ha parcheggiata al C.so Lucci luogo dove è stata ritrovata dai Carabinieri.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©