Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Non si occupava di cronaca. Sconosciuto il movente

Ucciso fotografo con quattro colpi alla nuca


Ucciso fotografo con quattro colpi alla nuca
23/08/2010, 14:08

BARI – Ancore nessun indizio circa la morte del fotografo , Mario Scanni 66 anni . Il suo corpo è stato ritrovato ieri pomeriggio nel retrobottega dello studio fotografico “Photocolor Jolly” con la pancia in su e quattro colpi di pistola sparati alla nuca. È stato il figlio che non riuscendo a rintracciare il padre ,si è recato sul posto di lavoro e ha dato l’allarme.
Nessun segno di rapina, tutto in ordine e nessun segno di colluttazione nel laboratorio di via Crisanzio. L’unica ipotesi presa in considerazione  è  quella di un possibile litigio prima dell’omicidio. Scanni non era un fotoreporter di cronaca ma lavorava solo per matrimoni e cerimonie. L’ultimo suo incarico era stato quello datogli dall’università di Bari per fotografare i laureandi e neolaureati nella sala delle lauree.
Parenti e amici testimoniano : una persona a modo», corretta, tranquilla, molto riservata
Solo l’esame autoptico, secondo gli investigatori , potrà dare maggiori informazioni sull’accaduto e sull’arma utilizzata , non ancora ritrovata. L’oggetto sembra per ora essere di forma contundente, cilindrico. L’autopsia sarà compita dal medico legale Dott. Giancarlo Di Vella.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©