Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Massacrato a bastonate e infilato in un'auto

Ucciso omonimo dell'ex cassiere della Lega, Belsito


Ucciso omonimo dell'ex cassiere della Lega, Belsito
30/11/2013, 15:16

LU MONFERRATO (ALESSANDRIA) - E' stato trovato morto a Lu Monferrato, in provincia di Alessandria, in una Croma Rossa, Franco Domenico Belsito, 52 anni. Ad avvisare i Carabinieri del cadavere un suo amico, che ha telefonato al 112 dicendo di essere stato avvicinato da due tizi sconosciuti che gli hanno dato le chiavi dell'auto e gli hanno detto: "Vai in piazza Gherzi, c'è la macchina del tuo amico, guarda quello che gli è successo. Ti succederà la stessa cosa se non ci da 150mila euro". I Carabinieri hanno trovato il cadavere nell'auto, massacrato a bastonate, di cui una letale alla base del collo. 
Per il momento è ignoto quale sia la causa di un omicidio così barbaro. Belsito ha qualche precedente per droga, ma poca roba. Separato, dopo varie vicissitudini economiche adesso faceva il battilastre per le carrozzerie della zona. Quindi apparentemente non faceva il tipo di vita tale da richiedere tanta violenza. Tuttavia, c'è una cosa curiosa. Durante le indagini della Dia su Francesco Belsito, tesoriere della Lega, compare una società svizzera, Aurora, su cui transitavano i soldi della Lega. E l'amministratore unico di tale società è un certo Franco Domenico Belsito. Che si tratti della stessa persona? Si vedrà dalle indagini. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©