Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Ucciso per 'questione d'onore', un fermo


Ucciso per 'questione d'onore', un fermo
22/04/2009, 22:04

(Adnkronos) - Vincenzo Gallo, di 49 anni, detto 'Mezza Pallina', presunto appartenente al clan Gallo, attivo a Torre Annunziata e' stato arrestato in quanto ritenuto il mandante dell'omicidio di Davide De Simone, avvenuto nel mese di gennaio dello scorso anno. L'agguato avvenne all'interno del "circolo dei pescatori", tragicamente noto in quanto e' li' che una quindicina di sicari, giunti a bordo di un bus turistico fecero una strage il 26 agosto del 1984: 8 morti, di cui 7 appartenenti al clan Gionta, piu' un incolpevole passante. Vincenzo Gallo e' stato arrestato in base a un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice delle indagini preliminari presso il Tribunale di Napoli su richiesta dei pm della direzione distrettuale antimafia. L'indagine si fonda su un corposo materiale probatorio costituito da intercettazioni ambientali e telefoniche ma anche dalle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia un tempo appartenenti sia al clan Gionta sia al clan Gallo. La morte di Davide De Simone, capostipite -secondo la Procura- della famiglia malavitosa dei 'Quaglia-Quaglia' fu decisa da Vincenzo Gallo per punire con il sangue uno sgarro subito dal clan. De Simone venne ucciso per questioni d'onore: perche' un proprio congiunto si era rifiutato di riconoscere la bambina nata da una relazione sentimentale avuta con una donna del clan Gallo-Cavalieri.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©