Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Si cerca l'arma del delitto.

Udine, taglia di 100mila euro per donna uccisa


Udine, taglia di 100mila euro per donna uccisa
19/09/2013, 10:49

UDINE - Novità per l'assassinio di Silvia Gobbato, la donna uccisa mentre faceva jogging a Udine. E' stata messa infatti anche una taglia da 100mila euro per la cattura dell'autore del reato. Per quanto riguarda le indagini, gli inquirenti vogliono analizzare i minuti prima del ritrovamento del cadavere. In giornata si conosceranno i risultati dell'autopsia. Un analago caso si è riscontrato per il recente omicidio a Saronno (Varese) della commerciante Maria Angela Granomelli, ma in quel caso la ricompensa era di 50mila euro per la cattura del killer, poi arrestato dai carabinieri. Nei prossimi giorni potrebbero partire le iniziative in Friuli con l'avviso della taglia. Il Procuratore Capo di Udine, Antonio Biancardi, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni circa le indagini in corso: "Non abbiamo indizi tali da poter incriminare qualcuno, ma ci sono molte tracce da verificare. Non lasceremo nulla di intentato". La 28enne praticante avvocato è stata assassinata con dodici coltellate mentre faceva jogging lungo l'ippovia del Cormor. Nelle ultime ore gli inquirenti hanno ascoltato già 17 persone. Gli inquirenti stanno focalizzando le ricerche su quanto accaduto in quei 45 minuti, fra le 13 e le 13.48 "ora in cui è arrivata la telefonata che ha lanciato l'allarme", ha aggiunto Biancardi precisando anche che "la ragazza non aveva subito pregresse azioni persecutorie". Dalla Procura, spiegano è stato indagato come "atto dovuto" e per permettere alcuni accertamenti anche a sua tutela: era lui, infatti, a correre con Silvia. Nelle ultime ore è stata setacciata l'area del Cormor con l'utilizzo di metal detector, alla ricerca del coltello, l'arma del delitto.

Commenta Stampa
di Armando Brianese
Riproduzione riservata ©