Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ingiusta detenzione

Un anno in carcere: era innocente, risarcito dallo Stato

Assolto con formula piena il 23enne ecuadoriano

Un anno in carcere: era innocente, risarcito dallo Stato
09/03/2012, 20:03

GENOVA- Sarà risarcito con quasi 100.000 euro per ingiusta detenzione un ecuadoriano di 23 anni che a Genova ha scontato quasi un anno di carcere, per essere poi assolto con formula piena dai giudici del Tribunale penale.
Il giovane, accusato di rapina, lesioni e danneggiamento di un'auto durante una rissa cui parteciparono diverse persone, fu arrestato nel 2008.
Rimase in carcere un anno. Venne scarcerato il 14 maggio 2009, il giorno stesso della sentenza: al processo emerse infatti che aveva solo cercato di aiutare un giovane rimasto ferito nella rissa ma, quando giunsero le forze dell' ordine, fu arrestato insieme ad altri. Il suo difensore, Maria Montemagno, presentò allora  la proposta di riparazione per ingiusta detenzione. Il 14 giugno 2010 la seconda sezione della corte d'appello di Genova accolse il ricorso della difesa riconoscendo un risarcimento di circa 100.000 euro.
Il provvedimento, impugnato in Cassazione dall'Avvocatura dello Stato, venne poi parzialmente respinto dalla suprema Corte, secondo la quale il giovane aveva diritto al risarcimento ma i giudici d'appello dovevano motivare meglio un risarcimento così elevato.
Oggi la terza sezione della Corte d'Appello di Genova ha deciso di risarcire il giovane con poco più di 80.000 euro e con una provvisionale di 12.000 euro per ingiusta detenzione.

Commenta Stampa
di Anna Carla Broegg
Riproduzione riservata ©