Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La trovata pubblicitaria procura l'intervento della polizia

Un asino che vola (sul serio) sopra al Mar d'Azov



Un asino che vola (sul serio) sopra al Mar d'Azov
20/07/2010, 22:07

MOSCA - Avranno pensato di essersi inventati una pubblicità spiritosa ed assolutamente vincente gli incauti (insensibili e stupidi) artefici dell'incredibile ed impietoso "volo del ciuco" al quale hanno assistito, increduli ed indignati, i bagnanti che si trovavano lungo la spiaggia di Temryuk, un villaggio sul Mar d'Azov; nella Russia meridionale.
Una società di di parasailing che vende voli in paracadute ascensionale, infatti, aveva pensato di farsi notare facendo librare in aria, attaccato proprio ad un paracadute, un asino in carne ed ossa. L'animale, imbracato per bene, è stato dunque trascinato a diversi metri d'altezza da un motoscafo che ha sfrecciato a forte velocità sul mare per diversi minuti. Il quadrupede, che ha ragliato terrorizzato per tutto il terribile viaggio provocando il pianto disperato di alcuni bimbi che dalla spiaggia hanno assistito alla scena, è poi atterrato violentemente in acqua; venendo trascinato, privo di conoscenza, fino a riva. Una scena ingloriosa che è stata immortalata da alcuni presenti e lanciata sul web. Di li a breve, come prevedibile, è intervenuta la polizia per indentificare il proprietario del somaro ed il titolare dell'azienda. Entrambi rischiano diversi anni di prigione con l'accusa  di abuso su animali.
Di sicuro, comunque, gli artefici della pubblicità decisamente poco felice, hanno dimostrato in maniera inequivocabile che, se anche gli asini possono volare, di sicuro i poveri fessi non potranno mai sganciarsi dalle catene della propria demenza.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©