Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

L'uomo è stato arrestato, ma le pene previste sono basse

Un cane gli entra nell'orto, lui lo lega e lo uccide a picconate


Un cane gli entra nell'orto, lui lo lega e lo uccide a picconate
23/11/2013, 11:19

MINERVINO MURGE (BARLETTA-ANDRIA-TRANI) - Un vergognoso e inqualificabile atto di crudeltà gratuita è avvenuto a Minervino Murge, paesino in Puglia. 
C'era un cagnolino randagio che aveva l'abitudine di andare vicino alle case, in cerca di cibo e di affetto. QUando nel suo giro passava vicino alla casa di un agricoltore 76enne, entrava nell'orto. Per diverso tempo l'agricoltore l'ha scacciato, ma ad un certo punto ha deciso di dargli una lezione. E così, quando si è avvicinato, prima gli ha lanciato delle pietre, colpendolo. Poi l'ha preso, l'ha legato ad un palo, ha afferrato un piccone e ha cominciato a colpire con violenza, facendo a pezzi il povero animale. 
I guaiti del cane agonizzante hanno attirato l'attenzione die vicini, che hanno chiamato i Carabinieri, che sono intervenuti arrestando l'uomo e sequestrando il piccone. Per il cane, ormai, non c'era nulla da fare. Adesso l'uomo sarà processato, ma le pene previste dall'articolo 544 bis del Codice Penale prevede una detenzione da 4 mesi a 2 anni. Cioè la condanna verrà sospesa condizionalmente e un simile atto di crudeltà violenta passerà impunito. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©