Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Un plauso agli agenti del Commissariato Vomero, Capodanno: “ Troppi circoli pseudoculturali “


Un plauso agli agenti del Commissariato Vomero,  Capodanno: “ Troppi circoli pseudoculturali “
16/11/2012, 17:49

 

 

 

         Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, nel plaudire all’azione delle forze dell’ordine e, segnatamente a quella del personale del commissariato Vomero che ha smascherato l’attività di prostituzione che si svolgeva nei locali di una sedicente associazione culturale, coglie l’occasione per chiedere un’intensificazione dei controlli nei confronti dei tanti circoli apparentemente privati sorti nell’area collinare della Città, i quali usufruiscono tra l’altro, per legge, di notevoli sgravi fiscali. Anzi al riguardo auspica un giro di vite da parte degli organi preposti, con un’azione sinergica e continua, di polizia, carabinieri, guardia di finanza e vigili urbani su tutto il territorio interessato.

 

         “ In alcuni di questi circoli, compresi quelli sportivi – puntualizza Capodanno -, vengono praticate attività che nulla hanno a che vedere con la cultura. Nel corso della settimana vengono organizzati anche tornei di giochi di carte, per lo più di burraco. Un grosso affare economico, osservando la diffusione di questo gioco, praticato anche on line e per la partecipazione al quale vengono versate delle quote che solo in parte vengono poi distribuite ai vincitori dei tornei, mentre il resto va nelle tasche degli organizzatori e dei gestori dei circoli. Talmente grossa la mole di danaro coinvolto che pare che si siano creati dei veri e propri giri di persone che vivono esclusivamente con i proventi derivanti dall’organizzazione e dalle vincite, mentre le perdite potrebbero essere davvero consistenti per i patiti “.

 

         “ Fino ad oggi – conclude Capodanno - gli organi preposti, presumibilmente anche per la mancanza di un’idonea regolamentazione, hanno effettuato controlli sporadici e questo ha di fatto consentito ed agevolato la proliferazione di questi circoli pseudo culturali, la quale, in alcuni quartieri, come il Vomero, ha raggiunto punte davvero eccezionali “.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©