Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Le insidie del pesce palla

Un ristorante giapponese con due stelle Michelin è nei guai


Un ristorante  giapponese con due stelle Michelin è nei guai
02/12/2011, 16:12

Forse non sarà stata una gran sorpresa per Takeshi Yasuge, chef di un ristorante a due stelle Michelin a Tokyo, vedersi revocare la licenza speciale per servire pesce palla, un piatto considerato tra i più prelibati e scelto talvolta dai cosiddetti palati sopraffini. Di certo sarà stato meno preparato al rischio di finire in prigione. Ed abbiamo anche ragione di credere che la multa che lo chef dovrà corrispondere al Governo metropolitano di Tokyo,ammonterà a più di qualche yen. E’ successo tutto nella lussuosa zona di Ginza, nel risorante 'Fugu Fukuji': dopo aver cenato nel locale, lo scorso 10 novembre, una donna di 35 anni ha accusato tremendi mal di testa e le sue labbra si sono gonfiate al punto che e' stato necessario il ricovero in ospedale. ''Lo chef ha servito del fegato di Fugu su richiesta della cliente, pur sapendo che era tossico'', ha spiegato all'agenzia Afp un responsabile dei servizi sanitari. Fortunatamente le tossine a cui imputare l’accaduto non fanno parte dei nostri mari, ma danno origine a delle intossicazioni in altri Paesi che fanno largo uso di pesce crudo, alghe e molluschi. Tra le tossine marine, quelle del pesce palla sono senza meno le più insidiose. La tetrodo tossina (ttx) è contenuta nel fegato, nell'intestino, nelle gonadi e nella pelle del pesce palla, per cui bisogna che l'esemplare venga pulito meticolosamente. Nonostante la pericolosità di queste tossine sia ben nota, nei Paesi asiatici si riscontrano annualmente tante morti per intossicazione da TTX. Se preparato in maniera scorretta, dunque, il veleno mortale delle tossine che sono contenute negli organi del pesce palla chiamato 'Fugu', puo' finire nel piatto. Per questo motivo, soltanto cuochi accreditati, debitamente formati per eliminare le parti tossiche del pesce, hanno il permesso di preparare questa “infida' specialita” che in Giappone, oltre che decisamente costosa è anche molto richiesta. Ma un dato sorprendente arriva anche per noi : la Guida Michelin non prevede di togliere il ristorante dalla guida ed anzi, nell'edizione 2012, uscita una settimana fa, il locale si fregia di due stelle. D’altra parte come privare la capitale giapponese di un ristorante stellato? Basti pensare che Tokyo conta ben 16 ristoranti a tre stelle, sei in più rispetto alla pur sempre gettonatissima Parigi.

Commenta Stampa
di Rosa Vetrone
Riproduzione riservata ©