Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Sono stati bloccati all'aeroporto di Los Angeles

Un tweet ad un amico costa la vacanza negli Usa a due irlandesi


Un tweet ad un amico costa la vacanza negli Usa a due irlandesi
31/01/2012, 17:01

LONDRA –  “Vado in vacanza per distruggere l’America”. Eccola la battuta scritta su Twitter che è costata il viaggio a due turisti irlandesi: un barista 26enne, Leigh Van Bryan e la sua fidanzata, Emily Bunting.

La storia è questa: il giovane prima della partenza aveva mandato un tweet ad un amico, nel quale in modo scherzoso gli comunicava la sua intenzione di divertirsi. Ma il suo proposito non  è stato capito dai responsabili della sicurezza americana, che ha fermato i due fidanzatini al loro arrivo all'aeroporto di Los Angeles Inutile sono stati i tentativi di spiegazione, il 26 e la ragazza sono stati rispediti a casa.

“Gli agenti della Homeland security mi hanno trattato come una specie di terrorista”, ha raccontato poi il giovane barista al quotidiano popolare “The Sun” . I due turisti irlandesi sembrano le prime vittime di una spiritosaggine su Twitter, ma in passato altri viaggiatori si sono trovati in difficoltà con la sicurezza americana per battute un po’ sciocche del tipo: “ho una bomba in valigia”.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©