Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La denuncia di “Gay center”: terzo episodio in un solo mese

Una Capitale sempre più omofoba. Nuova aggressione in centro


Una Capitale sempre più omofoba. Nuova aggressione in centro
18/07/2011, 19:07

Siamo dinanzi all’ennesima aggressione omofoba a Roma. L’ultima si è verificata la scorsa notte ai danni di un ragazzo 22enne, vittima di un lancio di uova e vetri in via dei Fori Imperiali, in pieno centro capitolino, solo perché gay.
L’allarme arriva dalla linea telefonica “Gay Help Line” che riceve le segnalazioni delle vittime e che non usa mezzi termini nel parlare, attraverso le parole del portavoce di Gay Center Fabrizio Marrazzo, di una vera e propria “escalation di aggressioni omofobe”. Anche in questo caso, il ragazzo aggredito stava rientrando a casa dopo una serata in un locale della Gay Street e ha deciso di non denunciare l’accaduto alle forze dell’ordine, perché la sua famiglia non è a conoscenza della sua omosessualità.
Questo episodio è il terzo che si verifica nel solo mese di luglio: un altro lancio, questa volta di pietre, ha colpito invece un ragazzo che si trovava lo scorso 8 luglio all’Eur, nei pressi del Gayvillage, una zona dove simili aggressioni non sono una novità. Altra violenta aggressione è anche quella avvenuta all’inizio del mese di luglio nella zona di Centocelle, dove un 18enne è stato preso a calci e pugni da un gruppo di ragazzi che lo avevano visto mentre baciava il fidanzato.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©