Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli in corsa per le pre-gare della Coppa America

Una pioggia di milioni sull’America’s cup partenopea


.

Una pioggia di milioni sull’America’s cup  partenopea
16/09/2011, 14:09

NAPOLI - Una volta l’Italsider era considerata il tesoro del sud, ora, nel deserto di capannoni spettro, in un’area desolata e putrida, abitata da sterpaglie e materiale di risulto, pioveranno 12 milioni di euro, come se di danaro l’ex acciaieria non ne avesse mai visto. E nonostante le proteste dei Verdi sulla colmata che rappresenta per l’area una bomba ecologica, le istituzioni applaudono a questa ennesima elargizione di fondi per il recupero di una zona tra le più controverse d’Italia. Infatti l’ex Italsider è una vera e propria slot machine anche se tutto i soldi che sta incamerando dovrebbe poi restituirli in posti di lavoro. Il numero 1 degli industriali napoletani Paolo Graziano ha già più volte rimarcato l’immensa opportunità che viene concessa a Napoli per un rilancio ed una riqualificazione della sua immagine, Sul versante degli Enti Locali, le amministrazione hanno 7 mesi di tempo per realizzare un’area tecnica, un villaggio velico, un’area destinata ai team delle imbarcazioni, attenuatori del modo ondoso, pontili galleggianti, una tribuna destinata ad accogliere oltre mille persone, oltre a parcheggi ed arterie stradali d’ingresso ed uscita dall’area interessata. Ma non solo, in agenda anche l’adeguamento dei pontili a sud ed a nord dell’arenile di Coroglio, come la sistemazione della darsena di Via Acton e del molo San Vincenzo. A realizzare i lavori, ovviamente, Bagnoli Futura, società partecipata del Comune di Napoli, creata dalla passata gestione Iervolino. Intanto dalla Regione l’assessore all’Urbanistica Marcello Taglialatela fa sapere che i bandi saranno pronti da fine settembre, avendo già in mano le autorizzazioni delle autorità marittime, del Provveditorato ai lavori Pubblici e quello delle Sovraintendenze. Ma non solo Bagnoli Futura gestirà l’evento in senso realizzativo, ma anche lo stesso presidente degli industriali Graziano che secondo il protocollo d’intesa sarà a capo della società di scopo incaricata di gestire l’intera manifestazione.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©