Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il presunto alticcio in realtà era astemio

Uomo ubriaco alla guida viene assolto, colpa di un colluttorio

Il protagonista è un insegnante di educazione fisica

Uomo ubriaco alla guida viene assolto, colpa di un colluttorio
15/03/2011, 21:03

Un banalissimo tamponamento rischiava di trasformarsi in una vera e propria condanna per guida in stato di ebrezza ai danni di un rugbista insegnante di educazione fisica (per giunta astemio).
Sottoposto poco dopo l'incidente al test dell'alcol, l'uomo era infatti risultato positivo ed era stato denunciato dalle forze dell'ordine. Fortunatamente per lui, però, in sede processuale, il giudice monocratico dell'ottava sezione penale di Milano lo ha assolto da ogni capo d'accusa; riconoscendogli l'utilizzo di un semplice colluttorio contenente alcol poco prima di sottoporsi al test.
Lo scorso marzo 2008, a seguito di un tamponamento a catena, l'insegnante di educazione fisica, era infatti stato "incastrato" dal test del palloncino: 0,92 milligrammi di alcol presenti nel sangue a dispetto degli 0,5 tollerati dalla legge. Dalle ricostruzioni effettuate, però, si è compreso che l'uomo aveva ingerito dello sciroppo e subito dopo del colluttorio antibatterico proprio mentre, all'interno di un bar, attendeva in compagnia dei vigili l'arrivo di una pattuglia che fosse fornita dell'apparecchio per il test.
Per tale ragione, l'avvocato del rugbista, ha richiesto un esame tossicologico sia sullo sciroppo che sul colluttorio. I risultati hanno dimostrato che entrambi i prodotti possono influire in maniera decisiva sull'esito della prova alcolica e, considerando anche il fatto che l'uomo fosse notoriamente astemio, il giudice ha deciso per una sentenza di assoluzione completa.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©