Cronaca / Nera

Commenta Stampa

L'uomo, afroamericano, temeva il licenziamento

Usa: entra in magazzino e uccide 9 persone, poi si ammazza


Usa: entra in magazzino e uccide 9 persone, poi si ammazza
03/08/2010, 20:08

MANCHESTER – Aveva paura di essere licenziato. Questa la motivazione alla base del gesto omicida avvenuto questa mattina in un magazzino per la distribuzione di birra a Manchester, nel Connecticut. Protagonista Omar Thornton, 34 anni, da poco assunto in ditta come autotrasportatore. L’uomo è entrato nel locale e, armato di fucile, ha iniziato a sparare all’impazzata uccidendo 9 persone e ferendone diversi altre, di cui due ora in gravi condizioni.
Dopo aver compiuto la strage, l’uomo si è tolto la vita. Secondo quanto riferiscono gli inquirenti, Thornton, di origine afroamericana, era stato segnalato per problemi disciplinari dai suoi principali. Egli stesso aveva dichiarato di sentirsi “perseguitato” per via del suo colore di pelle da alcuni colleghi. Al momento della sparatoria, nell’edificio c’erano almeno 50 persone, pronte per il cambio di turno.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©