Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La donna ha protestato: "Telefonare non è reato"

Usa: parla per 16 ore al cellulare, cacciata dal treno


Usa: parla per 16 ore al cellulare, cacciata dal treno
22/05/2011, 17:05

USA - Il viaggio in treno tra Oakland, in California, e Salem, nell'Oregon (circa 1000 Km.) dura circa 18 ore; ed obiettivamente può essere noioso se non sai come passare il tempo. Ma Lakeysha Beard, 39 anni, il passatempo l'ha trovato: telefonare. Non per una mezz'ora o un'ora ma per ben 16 ore. Praticamente è rimasta attaccata al telefono da quando il treno è partito. Per di più aveva preso il posto in una "quiet car", cioè una carrozza dove si deve parlare a bassa voce e poco, per non disturbare gli altri, che vogliono evitare il rumore. Inutilmente gli altri passeggeri hanno protestato e le hanno chiesto di parlare a bassa voce o di andare in un'altra carrozza; ancor più inutilmente il personale del treno l'ha invitata a rispettare le regole vigenti. L'unico risultato che hanno ottenuto è stato di far arrabbiare la donna, che ha cominciato a gridare e a rispondere in malo modo. A questo punto al personale edl treno non è rimasta alternativa: hanno chiamato la Polizia che ha atteso la donna a Salem, dove l'ha fatta scendere a forza e l'ha fermata, in attesa di valutare se ci sono estremi per un processo. La risposta della Beard? "È stato irrispettoso. Telefonare non è un buon motivo per far scendere la gente dal treno".
Tuttavia ci sono alcune curiosità che sorgono spontanee: innanzitutto, che razza di batteria usava, per parlare 16 ore consecutive? Con chi stava parlando? QUale argomento è così attraente da richiedere una discussione di 16 ore? E soprattutto: ma quanto sarà la bolletta per questa telefonata?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©