Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Considerati gli imprenditori vittime del reato

Usura, la Procura ascolta i fornitori dell'Asl 1


.

Usura, la Procura ascolta i fornitori dell'Asl 1
29/11/2010, 12:11

NAPOLI - Sono sei gli studi legali perquisiti giovedì su richiesta del pm Graziella Arlomede. La Procura di Napoli dovrà ascoltare come testimoni i fornitori dell’Asl Napoli 1 che hanno ceduto crediti a due società di factoring con tassi usurai. Gli inquirenti che ipotizzano il reato di usura, considerano gli imprenditori come vittime del reato.
Verrà ascoltato dalla Procura probabilmente anche Guido Bourelly, titolare dell’azienda che si occupa di fornire ambulanze per pazienti dializzati. Intanto il materiale sequestrato nel corso delle perquisizioni viene esaminato in queste ore dal Nucleo tutela spesa pubblica della Guardia di Finanza.
Il pm Arlomede è inoltre impegnata nell’indagine che riguarda una presunta “corsia di favore”: gli avvocati sotto inchiesta avrebbero chiuso le pratiche relative a decreti ingiuntivi avviate a Roma e presso altri tribunali fuori regione. Intanto già sono state sentite le dichiarazioni di Achille Coppola, commissario dell’Asl che ha disapprovato il fenomeno del “forum shopping” in una delibera del 30 settembre.
Nel corso di un’intervista a Repubblica, Guido Bourelly ha sottolineato gli effetti del dissesto dell’attività campana sulla sua azienda, denunciando proprio di essere vittima del factoring a tassi usurai.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©