Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Usura: Un patrimonio illecito di 100milioni di euro


.

Usura: Un patrimonio illecito di 100milioni di euro
08/05/2012, 13:05

NAPOLI - Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare personale agli arresti domiciliari ed decreto di sequestro preventivo, emessi dal Gip presso i l Tribunale di Nola nei confronti di Nicola Di Maio (classe 1938), indiziato per svariati e gravi reati di usura, nei confronti di molti imprenditori. Grazie all'applicazione di tassi usurari nei confronti di aziende in difficoltà, per gran parte autotrasportatori, Di Maio ha beneficiato, in modo sistematico e continuativo secondo le indagini finora compiute, di una immensa liquidità tramite la quale è divenuto titolare di un patrimonio mobiliare e immobiliare di dimensioni spropositate. I Finanzieri della Compagnia di Casalnuovo di Napoli - Gruppo Torre Annunziata hanno sequestrato tra Campania e Lazio 150 immobili, tra i quali un hotel di lusso, due centri sportivi, a Sabaudia e Marigliano, svariati locali commerciali e industriali, sette autovetture di lusso e quote azionarie di due società alberghiere e numerosissimi conti-correnti, per un valore complessivo di oltre 100 milioni di euro. Le indagini, durate circa due anni, traggono origine da una denuncia di un autotrasportatore che, in poco tempo, ha accumulato un ingiustificato debito di 600 mila euro nei confronti del Di Maio, a fronte dell'acquisto di autoveicoli; sono state immediatamente eseguite attività d'indagine che hanno permesso di appurare che Di Maio Nicola, noto imprenditore con svariati interessi commerciali tra i quali la vendita di autoveicoli industriali e le speculazioni immobiliari, risultava essere possessore di un patrimonio sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©

Correlati