Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Liberata l’area a Chiomonte: ruspe al lavoro

Val di Susa, Milano e Roma: i No-Tav fanno il giro d’Italia

Sit-in davanti a Palazzo Chigi e momenti di tensione

Val di Susa, Milano e Roma: i No-Tav fanno il giro d’Italia
27/06/2011, 19:06

TORINO – Ruspe e scavatrici al lavoro nell’area in cui gli attivisti del movimento No-Tav avevano creato le barricate questa mattina: in Val di Susa la ditta incaricata ha cominciato a orchestrare la recinzione della vasta zona (circa 36 mila mq), su cui a settembre dovrebbe partire la realizzazione del famoso tunnel per la linea ferroviaria Alta Velocità Torino-Lione.
La protesta anti-Tav, però, arriva anche a Roma e Milano. Circa 200 persone si sono radunate in piazza San Babila a Milano per esprimere solidarietà alla protesta portata avanti dal Comitato No-Tav in Val di Susa, in Piemonte. “Non c’è niente da fare, certi riflessi non scompaiono mai - afferma un volantino firmato da Sinistra critica - a pochi giorni dal decennale del G8 del 2001 le forze di polizia hanno dato prova della loro potenza manganellando i manifestanti”. In piazza a Milano diverse bandiere di “Sinistra critica” e Fiom e alcune con il logo No-Tav.
Diversa la situazione nella Capitale. Durante la manifestazione improvvisata a Roma, a causa della quale per diverse ora è stata chiusa al traffico la centralissima via del Corso, si sono registrati diversi momenti di tensione. Qui una cinquantina di persone aderenti ai movimenti del Popolo Viola, di Rifondazione Comunista, Sinistra e Libertà e Cobas, hanno sfilato per via del Corso urlando slogan contro l’Alta Velocità in Val di Susa, portando due striscioni con le scritte: “No allo stupro della Val di Susa”, e “Chi tocca la Val di Susa tocca tutti e tutte noi”. Il corteo è poi transitato da Piazza Santi Apostoli, si è fermato per qualche minuto in via dell’Umiltà, dinanzi alla sede del Pdl e poi, per un sit-in davanti a Palazzo Grazioli. I manifestanti hanno gridato slogan contro il premier. Poco dopo, si sono spostati verso Fontana di Trevi e hanno raggiunto anche la sede del Pd che si trova a poche centinaia di metri. Gli slogan sono stati urlati anche all’indirizzo del sindaco di Torino, Piero Fassino.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©

Correlati

07/07/2011, 20:07

Ue, tagli ai fondi per la Tav