Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Strade chiuse e presidiate da 1500 forze dell'ordine

Val susa: zona off limits. Stamani al via il corteo


Val susa: zona off limits. Stamani al via il corteo
23/10/2011, 10:10

GIAGLIONE - Sono ore cariche di attesa e tensione per il corteo No Tav, che questa mattina alle ore 10 e 30 partirà dal campo sportivo del comune di Giaglione, con lo scopo di raggiungere e poi tagliare le robuste barriere di recinzione innalzate davanti ai contestati cantieri dell’alta velocità. Da mezzanotte è entrata in vigore l'ordinanza del Prefetto di Torino che vieta l’accesso   su strade, sentieri, prati e boschi di una vasta area intorno al cantiere, a numerose persone dell'area anarco-insurrezionalista e dei centri sociali. La zona è completamente presidiata da circa 1.500 forze dell'ordine, supportate dall’alto da un elicottero, che anvrà lo scopo di scandagliare ininterrottamente ogni angolo di val di susa tra Chiomonte e Giaglione. I No Tav sono stati chiari, non vogliono gente incappucciata, non vogliono atti ostili contro le forze dell'ordine schierate fuori e all'interno del cantiere, non vogliono militanti in vena di agire senza accettare le regole imposte dall'assemblea di Giovedì sera a Villardora: ‘’Ognuno di noi è garante del comportamento del suo vicino, ED è stata decisa una linea di comportamento. Chi non la rispetta è fuori’’.
Al corteo saranno presenti i Cub, i sindacati di base e Legambiente, oltre ai sindaci e gli amministratori dei comuni interessati dalla TAV.



Commenta Stampa
di Zaccaria Pappalardo
Riproduzione riservata ©