Cronaca / Nera

Commenta Stampa

La polizia ha scoperto che non erano della spedizione

Valanga sul Monte Bianco: sono vivi i 4 dati per dispersi

Sono 9 i morti e 11 i feriti

Valanga sul Monte Bianco: sono vivi i 4 dati per dispersi
12/07/2012, 20:07

PARIGI - Tragedia sul Monte Bianco: nove persone sono morte e otto sono rimaste ferite in un incidente sul Monte Maudit, una delle vette più alte, situata nel massiccio del Monte Bianco, alla frontiera tra l'Italia e la Francia. 
Secondo quanto riferiscono le forze dell'ordine, l'allarme è stato dato alle 5,25 di stamattina: a chiamare i soccorsi uno dei feriti. La valanga, a quattromila metri d'altezza, ha travolto diverse cordate, ben venti scalatori, e risultano disperse ancora quattro persone.
Le vittime sono francesi, svizzeri, spagnoli, tedeschi e serbi, dalle informazioni finora raccolte non sono coinvolti alpinisti italiani. Le condizioni meteo non erano particolarmente avverse, ma in quella zona si verificano spesso incidenti.  L'intera area del Monte Bianco inoltre è spazzata in questi giorni da vento fortissimo che ha creato pericolosi accumuli in alta quota.
Il Mont Maudit è una vetta di 4468 metri sul versante francese del Monte Bianco, caratterizzata da uno sperone roccioso. La più frequentata è la via per il versante Nord e la cresta Nord-Ovest, soprattutto da quelle cordate che seguono la via dei "Trois monts", i tre monti: Tacul, Maudit e Bianco.
Un incidente di simile portata è accaduto già nel 2008, quando intorno alle 3.30 del mattino un crollo uccise otto alpinisti e ne coinvolse quaranta.

AGGIORNAMENTO ORE 19:30 
Sembra che la valanga sia stata provocata dal crollo di un seracco, una formazione tipica di un ghiacciaio, che si è staccato verso le ore 4:30 e ha causato la valanga. Un'altra ipotesi è quella del passaggio di una cordata che ha fatto staccare la slavina. E' quello che pensa il sindaco di Chamonix, Erik Fournier: "La cordata che era in cima al pendio è rimasta illesa, mentre la neve ha travolto quelle che seguivano". Le indagini sono sotto la competenza della procura di Bonneville, che ha aperto un'inchiesta. Stamattina, sul posto sono ancora in corso le operazioni di soccorso. Ci sono le squadre dell'Alta Savoia di Chamonix, il soccorso alpino valdostano e quello della guardia di finanza di Entreves con alcune unità cinofile specializzate nella ricerca in valanga. 
Il presidente della Regione Valle d'Aosta Augusto Rollandin ha espresso "il cordoglio per gli alpinisti morti oggi sul versante francese del Monte Bianco, travolti da una valanga". Intanto un testimone, un alpinista spagnolo scampato alla tragedia, ha dato la sua versione dei fatti: "Ho visto la valanga staccarsi da metà pendio e travolgere una ventina di persone, che sono state trascinate a valle. La valanga ha provocato un grande boato. Io ero sotto il pendio e sono subito intervenuto per aiutare i sopravvissuti a uscire dalla neve".

AGGIORNAMENTO ORE 20:16

Allarme rientrato per le quattro persone date per disperse in seguito alla tragedia del Monte Bianco. Loro sono vivi, sono due spagnoli e due inglesi e non sono mai stati nel gruppo coinvolto dalla valanga, causata dal distacco di un blocco di ghiaccio spesso 40 centimetri. La polizia ha scoperto che non facevano parte della cordata. Due avevano annullato la spedizione, mentre gli altri due avevano scelto un percorso diverso. La valanga ha coinvolto 28 persone, divise in almeno 6 o 7 cordate. Sono confermate invece le 9 vittime: 3 inglesi, 2 spagnoli, 3 tedeschi e uno svizzero. I feriti sono 11, uno è particolarmente gravo ed è stato trasferito all'ospedale di Ginevra, mentre le condizioni degli altri non sono preoccupanti. Alcuni sono stati dimessi e altri sono stati ricoverati all'ospedale di Sallanches.

Commenta Stampa
di GB ed Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©