Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Vallo della Lucania, arresti per rapina e tentata estorsione


Vallo della Lucania, arresti per rapina e tentata estorsione
13/11/2010, 14:11

L’11 novembre 2010, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vallo della Lucania, ha emesso l’ordine di esecuzione per la carcerazione n. 60/2010 SIEP, nei confronti di D’A. C., cinquantenne del posto, divorziato, disoccupato, pregiudicato, in atto già sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, con obbligo di dimora nel comune di Centola (SA), poichè responsabile di rapina e di tentata estorsione, commessa in concorso con altre persone, in Palinuro, frazione di Centola (SA), tra il 9 ed il 10 febbraio 1991. Nella mattinata odierna, a Palinuro, frazione di Centola (SA), personale della Stazione Carabinieri di Centola Palinuro (agli ordini del Mar.A.s.UPS Giuseppe Sanzone), che aveva svolto all’epoca dei fatti, la complessa attività di indagine di iniziativa, culminata nell’arresto nella flagranza dei reati del predetto, dava esecuzione al provvedimento, emesso a seguito di sentenza di condanna definitiva, alla pena di anni due, mesi undici e giorni cinque di reclusione, traducendolo presso la Casa Circondariale di Vallo della Lucania. E sempre nella mattinata odierna, a conclusione di articolata attività di indagine, la Stazione Carabinieri di Marina di Camerota (condotta sul campo dal Mar.Ca. Massimiliano Papa), ha deferito in stato di libertà una donna, di origini romane, poichè responsabile di ricettazione. Gli uomini della Benemerita accertavano che la predetta, al fine di procurarsi un ingiusto profitto, deteneva ed utilizzava un telefono cellulare, provento di furto, avvenuto in data 04 settembre 2010, a Marina di Camerota (SA), per un valore di circa quattrocento Euro, poi rinvenuto e sottoposto a sequestro.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©