Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Secondo testimonianze dirette,si stanno avvicinando blindati

Valsusa: i No Tav si oppongono ai lavori, pronta la reazione violenta


Valsusa: i No Tav si oppongono ai lavori, pronta la reazione violenta
24/05/2011, 09:05

CHIOMONTE (TORINO) - Notte di tensione a Chiomonte, comune della Val di Susa, in provincia di Torino. Sono arrivati verso l'una di notte gli operai incaricati di iniziare i lavori per la costruzione di una prima parte della galleria di sette chilometri e mezzo che dovrà attraversare le Alpi, per permettere il passaggio del treno al Alta Velocità in Francia. Ma hanno trovato barricate formate da tronchi d'albero, tubi, traversine e guardrail che impedivano l'accesso alla zona dove i lavori dovevano cominciare; e dietro di queste circa 200 persone, che intendevano bloccare l'accesso. Con gli operai c'era un discreto contingente di Carabinieri, il cui comandante ha chiesto l'intervento del Presidente della comunità montana Sandro Piano, che si è presentato con due sindaci della zona. I Carabinieri hanno presentato un ultimatum: sgomberare pacificamente la zona, altrimenti avrebbero usato la forza. I no Tav hanno risposto che non avrebbero levato nulla.
In attesa di decidere cosa fare, il comandante dei Carabinieri ha dato ordine agli operai di cominciare a scaricare il materiale dai camion, ma a quel punto è partito un lancio di oggetti che hanno costretto gli operai a fermarsi.
I Carabinieri hanno minacciato una carica, ma poi ci hanno rinunciato.
Ma la situazione resta tesa: alcune testimonianze dirette riferiscono che questa mattina unità di Polizia accompagnate da blindati si stanno avvicinando alla zona, e si teme che si voglia liberare la zona con una azione di forza

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©