Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

“ Solidarietà a una vittima della crisi"

Valsusa, volantini pro Preiti. Scoppia la polemica


Nella foto l'immagine del volantino
Nella foto l'immagine del volantino
02/05/2013, 20:58

BUSSOLENO - È scoppiata la polemica in Valsusa a causa di alcuni volantini anonimi affissi nella notte a Bussoleno, in cui si esprimeva solidarietà a Preiti, il responsabile della sparatoria a Palazzo Chigi. I carabinieri hanno immediatamente ritirato tutti i volantini. Il volantino è stato scritto riproducendo la forma dell’editoriale di InfoAut, organo di informazione dell’Autonomia, il cui titolo era “Gli spari sono per voi”, modificato, invece, in “gli spari sopra”.
A Bussoleno risiedono i capi del centro sociale Askatasuna, in trasferta in Val Susa per seguire la vertenza Tav. E il Primo Maggio, proprio gli autonomi, con una foto di Preiti su uno striscione, lo avevano definito “vittima della crisi”. “Preiti - si legge sul volantino - ha semplicemente fatto quello che tutti dicono in un buon bar d’Italia... un uomo rovinato dalla crisi... ha lucidamente individuato i responsabili della sua miseria e ha preferito rivolgere l’arma contro i suoi oppressori, una volta tanto non contro se stesso... I due carabinieri non passavano certo di lì per caso: erano lì apposta, armati, a difesa della Casta... Il minimo che si può dire è che se la sono cercata”. Sull’episodio sono stanno indagando gli uomini della Digos.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©