Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Vandalizzata la Stazione di Castellammare


Vandalizzata la Stazione di Castellammare
10/10/2012, 10:43

"La vandalizzazione avvenuta in queste ore della Stazione di Castellammare - denuncia il commissario regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli assieme al segretario cittadino del Sole che Ride della città stabiese Antonio Iovino - con porte sfondate, piante gettate a terra e vari danneggiamenti dopo la notizia della sua imminente riapertura ad opera dell' assessore regionale ai Trasporti Vetrella è un evento inquietante. Una cosa del genere non era mai successa prima in 170 anni di storia e ci fa comprendere quali interessi sostengono la chiusura della tratta ferroviaria e cercano di impedirne la riapertura anche con metodi criminali. Abbiamo già inviato nei giorni scorsi un esposto al Tribunale di Torre Annunziata per denunciare e chiedere di fare luce fare luce sugli interessi di chi al posto della Stazione vorrebbe realizzare un centro commerciale e al posto dei binari dei nuovi palazzoni in cemento armato e ci aspettiamo dopo quest' ultimo e gravissimo episodio che si apra una inchiesta al più presto"..
"Il saccheggio e vandalizzazzione avvenuti in questa stazione dopo mesi di proteste dei comitati di pendolari e movimenti politici - continuano Borrelli e Iovino - è il segnale di come alle spalle di questa battaglia si muovano interessi fortissimi. Da una parte ci sono i cittadini che chiedono il diritto alla mobilità sostenibile con il trasporto su ferro al posto del traffico e dello smog. Dall' altra si sono coalizzati alcuni poteri forti e probabilmente anche criminali che puntano a realizzare nuove operazioni speculative al posto della stazione e dei treni per interessi personali e non collettivi. Per questo domenica prossima dovremo essere presenti con determinazione per manifestare a favore della ferrovia e della stazione e chiederne l' immediata riapertura".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©