Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Varese: morto carabiniere investito al posto di blocco


Varese: morto carabiniere investito al posto di blocco
05/02/2009, 20:02

Travolto da un tossicodipendente che non si era fermato a un posto di blocco, e' deceduto dopo 10 giorni di agonia all'ospedale di Legnano il brigadiere Giorgio Illuminnoso, 42 anni, in servizio presso la Compagnia carabinieri di Saronno. Il decesso e' avvenuto stamattina. Da pochissimi mesi aveva preso servizio al Nucleo Operativo radiomobile e la sera di lunedi' 26 gennaio era impegnato in un posto di blocco a Origgio e istituito per una rapina avvenuta in zona. Da una boschiva era uscita un'auto, ma il conducente,Paolo Bottigelli, un 43enne tossicodipendente residente a Busto Arsizio, non si era fermato travolgendolo. Fin dall'inizio le condizioni apparvero critiche tanto che gli alti ufficiali del comando provinciale di Varese avevano parlato di 'miracolo'' se si fosse salvato. Qualche ora dopo in caserma si era presentato l'anziano padre del 42enne sostenendo di essere stato lui alla guida dell'auto. I carabinieri, pero', non gli hanno creduto per le troppe incongruenze e contraddizioni nel racconto. Cosi' sono arrivati ad arrestare il figlio che aveva appena acquistato droga, come lui stesso ha poi confessato il giorno dopo e davanti al Gip. Ora per lui l'accusa e' di omicidio volontario. Illuminoso conviveva con una donna a Gerenzano e ed era padre di un ragazzino di 16 anni. L'Arma dei carabinieri "si stringe in un simbolico abbraccio" intorno ai familiari.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©