Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

Società ad hoc per truffare

Vasco Rossi e Massimo Boldi presi dall'Agenzia delle Entrate


Vasco Rossi e Massimo Boldi presi dall'Agenzia delle Entrate
12/08/2010, 12:08

Vasco Rossi e Massimo Boldi sono finiti nel mirino del Fisco. Insieme a loro imprenditori e professionisti, nella rete dei controlli effettuati dall'Agenzia delle Entrate per individuare false società di charter nautico realizzate per gestire una sola barca a fini personali, ottenendo così benefici fiscali: avrebbero utilizzato il 'trucco' di creare finte societa' di charter nautico che, sotto le mentite spoglie di ''noleggio di mezzi di trasporto marittimo e fluviale'', coprivano invece l'utilizzo personale delle imbarcazioni di lusso.
I due sono possessori infatti di due distinte imbarcazioni incappate le scorse settimane nei controlli effettuati dagli ispettori del fisco nei porti liguri.
Gli uomini dell'Agenzia delle Entrate si sono trovati nella societa' di charter di Vasco Rossi nel corso delle verifiche effettuate quest'estate nei porti liguri, su un'imbarcazione di 24 metri utilizzata solitamente dal solo cantante rock.
La societa', nella quale sarebbe in corso la notifica dell'accertamento, sarebbe per oltre il 90% intestata al cantante e solo per una minima quota ad altri soci residenti in Svizzera, sui quali sarebbero in corso ulteriori accertamenti.
E' di 24 metri anche l'imbarcazione utilizzata da Massimo Boldi, individuata dagli ispettori dell'Agenzia delle Entrate nel porto di Genova. Lo yacht risulterebbe intestato ad una societa' di charter interamente riconducibile all'attore comico e a sua figlia, ai quali sarebbe gia' stata notificata la cartella dell'Agenzia delle Entrate.

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©

Correlati

27/07/2011, 20:07

Vasco Rossi resta in clinica