Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Testimonianze inconfutabili, una vita senza scrupoli

Vaticano:"Gravi i delitti del fondatore dei legionari di Cristo"


Vaticano:'Gravi i delitti del fondatore dei legionari di Cristo'
01/05/2010, 14:05

ROMA - La Chiesa prende una posizione di netta e durissima condanna nei confronti del fondatore dei "Legionari di Cristo" e si schiera compatta in un giudizio assolutamente negativo: padre Marcial Maciel Degollado, secondo le inequivocabili testimonianze, ha condotto per il Vaticano un'esitenza priva di scrupoli. I cinque vescovi incaricati della "visita apostolica" ai Legionari di Cristo, pubblicano infatti una nota di chiara ed inequivocabile condanna nei confronti del prelato accusato di pedofilia:"I gravissimi e obiettivamente immorali comportamenti confermati da testimonianze incontrovertibili, si configurano, talora, in veri delitti e manifestano una vita priva di scrupoli e di autentico sentimento religioso".
Anche Benedetto XVI ha fermamente deprecato il comportamento di Delgado; assicurando pensiera e preghiera a tutti coloro che sono stati "vittime degli abusi sessuali e del sistema di potere" messo su dal leader dei Legionari. E proprio riguardo gli uomini di Degollado, il Vaticano diffonde una nota nella quale si esprime la volontà d'azione del Santo Padre che, come si legge "intende rassicurare tutti i legionari e i membri del movimento Regnum Christi che non saranno lasciati soli: la Chiesa ha la ferma volontà di accompagnarli e di aiutarli nel cammino di purificazione che li attende. Esso comporterà anche un confronto sincero con quanti, dentro e fuori la Legione, sono stati vittime degli abusi sessuali e del sistema di potere messo in atto dal fondatore: ad essi - conclude la nota - va in questo momento il pensiero e la preghiera del Santo Padre, insieme alla gratitudine per quanti di loro, pur in mezzo a grandi difficoltà, hanno avuto il coraggio e la costanza di esigere la verità".
Altro scandalo, altra presa di posizione ferma della Chiesa romana e delle cariche ecclesiastiche; con il Papa scagliato in prima persona contro il nuovo carnefice balzato ai disonori della cronaca mondiale. Qualcosa sta forse cambiando? Sicuramente si; finalmente.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©