Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

L’avvocato: “E’ una buona sentenza”

Vatileaks: Gabriele condannato a 18 mesi


Vatileaks: Gabriele condannato a 18 mesi
06/10/2012, 13:13

CITTA' DEL VATICANO - E’ stata emessa la sentenza per il caso di Paolo Gabriele.

L’ex maggiordomo del Papa è stato condannato a tre anni di reclusione per il furto dei documenti La pena  è stata ridotta da tribunale vaticano a 18 mesi di reclusione viste le attenutati.

Ma Gabriele è stato anche condannato al pagamento delle spese processuali.

Cristiana Arru, avvocato di Gabriele, ha dichiarato: “ E’ una buona sentenza. Quanto all'appello, valuteremo. Si è trattato di una sentenza equilibrata, dobbiamo leggere le motivazioni. Valuteremo tutte queste cose”.

(Aggiornamento a cura di T.A.)


CITTA’ DEL VATICANO – Il promotore di giustizia Nicola Picardiha ha chiesto per Paolo Gabriele tre anni di reclusione e interdizione perpetua dai pubblici uffici con uso di potere.

L’accusa era partita da una pena di 4 anni, ma ne ha chiesto poi la diminuzione di un anno per le attenuanti generiche.

L’imputato Paolo Gabriele, poco prima che la corte si ritirasse per decidere la sentenza ha dichiarato: “La cosa che sento forte dentro di me è la convinzione di aver agito per esclusivo, direi viscerale, amore per la Chiesa di Cristo e per il suo capo visibile. E se lo devo ripetere non mi sento un ladro”.

Gli avvocati dell’ex maggiordomo del Papa hanno chiesto la derubricazione del reato di furto ad appropriazione indebita o in subordine il minimo della pena prevista per il furto. Sembra che, se la richiesta di derubricazione venisse accolta dal tribunale, non ci sarebbe pena perché questo reato richiede la querela di parte.

Oggi il presidente del Tribunale vaticano Giuseppe Dalla Torre leggerà la sentenza con cui si conclude questo processo-lampo.

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©