Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sequestrati frutti di mare e carciofi

Vendita abusiva di alimenti, blitz delle forze dell’ordine


Vendita abusiva di alimenti, blitz delle forze dell’ordine
17/05/2010, 16:05

ERCOLANO – Oltre due quintali di frutti di mare e un quintale di carciofi messi in vendita senza licenza e senza rispettare le più elementari norme igienico-sanitarie. E’ il bilancio dell’operazione degli uomini della capitaneria di porto di Torre del Greco, diretti dal comandante Gaetano Angora, in collaborazione con i carabinieri, coordinati dal tenente Francesco Altieri e i vigili urbani, agli ordini del colonnello Francesco Zenti. Controlli a tappeto nei punti nevralgici della città di Ercolano per contrastare la vendita abusiva di prodotti alimentari. Sequestrate dalle forze dell’ordine anche due grossi fornaci utilizzate per arrostire gli ortaggi su bancarelle improvvisate dagli ambulanti. Controlli a corso Italia, piazza Trieste, corso Resina e piazza Pugliano. Nei confronti dei venditori abusivi sono scattate non soltanto sanzioni amministrative, ma anche una denuncia per commercio di specie ittiche protette. Le forze dell’ordine hanno sorpreso gli ambulanti intenti ad esporre su bancarelle improvvisate generi alimentari destinati alla vendita senza alcuna autorizzazione e in violazione delle più elementari norme igienico-sanitarie. Nel corso delle verifiche, vigili, carabinieri e capitaneria hanno rinvenuto e sequestrato complessivamente oltre due quintali di frutti di mare, tra cozze, vongole e altri mitili all’interno di ceste, pronti per essere venduti. In via Benedetto Cozzolino, arteria di collegamento dei comuni vesuviani, vigili, carabinieri e uomini della capitaneria hanno sequestrato un quintale di carciofi. Le operazioni di contrasto delle forze dell’ordine a tutela della salute pubblica si intensificheranno in vista dell’estate, stagione in cui il fenomeno della vendita abusiva di alimenti è destinato a crescere. 

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©