Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Secondo posto per la vendita di armamenti nel mondo

Vendita di armi:l'Italia è seconda solo agli Usa


Vendita di armi:l'Italia è seconda solo agli Usa
12/09/2009, 13:09

Italia: popolo di santi, poeti, navigatori e, a quanto pare, venditori di armi. Sembra strano ma è così: la crisi economica non ha influito più di tanto sul commercio globale di armamenti e, tra i paesi venditori, spicca al secondo posto proprio il nostro.
3,7 miliardi di dollari incassati nel 2008 per la vendita di armi
a dispetto dei 3,3 miliardi della Russia (che nel 2007 superava di poco i 10 miliardi) e dei 29,6 miliardi degli Stati Uniti D'America. Destinatari di questo enorme traffico di metallo e proiettili, sono in prevalenza i paesi in via di sviluppo (con oltre il 70,1% degli acquisti).
Tra tutti spiccano Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti. Questi ultimi hanno anche effettuato la spesa militare più imponente dell'anno passato; richiedendo agli Usa oltre 6,5 miliardi di sistemi di difesa per l'areonautica. Considerando poi che, sempre nel 2008, circa il 70% del totale delle armi presenti sul mercato era di produzione americana, si intuisce quando sia incredibilmente rilevante il secondo posto del bel paese come fornitore di strumenti di morte.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©