Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Solo tre macchine sciogli-ghiaccio in tutto l'aereoporto

Venezia: aereo rimane 8 ore sulla pista per il ghiaccio


Venezia: aereo rimane 8 ore sulla pista per il ghiaccio
11/03/2010, 10:03

VENEZIA - Ben otto ore di attesa, dalle 14.45 alle 22.53, fermi in un aereo, farebbero venire i cinque minuti a chiunque. E' quello che è capitato ieri ai passeggeri di un aereo sulla tratta Venezia-Zurigo della Swiss Air, costretti a rinviare la partenza perchè il maltempo aveva provocato la formazione di ghiaccio sulle ali. SI tratta di una situazione pericolosa, per tre motivi: il maggiore peso che grava su una parte comunque più fragile; l'alterazione del profilo aerodinamico, che rende più difficile per l'aereo volare; il fatto che il ghiaccio può bloccare lo scorrimento delle parti mobili delle ali stesse (alettoni, flaps, ecc.). Per questo è prassi negli aeroporti usare dei macchinari che sparano vapore caldo e sciolgono questo ghiaccio. Ma ieri all'aeroporto di Venezia c'erano solo tre di queste macchine in funzione, insufficienti per tutti i voli, e chi ne ha fatto le spese sono stati i 120 passeggeri di questo volo della Swiss Air. Attesa allungata, secondo le testimonianze di un giornalista locale che era a bordo, anche dalle intemperanze di un gruppo di tifosi del Milan, che infastiditi dall'attesa hanno fatto il diavolo a quattro per scendere. Dopo questo episodio, le macchine scioglighiaccio non hanno più agito sull'aereo per molte ore, fino a notte inoltrata.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©