Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Disguido di comunicazione tra il pilota ed un tecnico

Venezia, all’aeroporto scatta un falso allarme terrorismo


Venezia, all’aeroporto scatta un falso allarme terrorismo
10/02/2012, 21:02

VENEZIA - Un disguido di comunicazione, tra il pilota di un volo della compagnia EasyJet proveniente da Napoli e un tecnico della torre di controllo Enav di Padova, ha fatto pensare che sull'aereo vi fosse la presenza di un terrorista. Sembra che il tecnico, nel dialogo con il comandante, abbia colto la parola "hijack", dirottatore. Così, all'aeroporto di Venezia è scattata la procedura antiterrorismo per l'atterraggio del velivolo con 131 passeggeri.

Al suo atterraggio a Venezia l'aereo, con 131 persone a bordo più due bambini sotto i 2 anni, è stato portato in una zona isolata dell'aeroporto e circondato da polizia, carabinieri e Vigili del fuoco, mentre un elicottero si è alzato in volo per sorvegliare la zona. Tutti i passeggeri sono stati identificati. L'aereo è successivamente ripartito con un'ora di ritardo per Napoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©