Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Venti condanne per il clan Mazzarella


Venti condanne per il clan Mazzarella
07/03/2009, 09:03

Venti persone, appartenenti alle organizzazioni camorristiche Mazzarella-Sarno, sono state condannate dal tribunale di Nola (Napoli) per i reati di associazione per delinquere di tipo mafioso finalizzata alla commissione di omicidi, estorsioni, violazione della legge sulle armi, usura, traffico di droga ed altro. In particolare, il processo conseguente all'operazione "Rosa del deserto" sugli affari del clan dei Mazzarella-Sarno, e degli avversari Panico-Perillo-Rega-Capasso, condotta dai militari del nucleo investigativo e della compagnia di Castello di Cisterna, ha portato alle condanne a trent'anni di reclusione per Vincenzo Mazzarella e Gennaro Taglialatela; 24 per Umberto Esposito, 23 per Ciro Crò, 17 per Cira Esposito, 14 per Ciro Cavone, Nunneri Arturo e Alessandra Ziccardi; 12 per Giuseppe Lista, Pasquale D'Onofrio, Espedito Pepe, Ignazio Maritato; 11 anni e mezzo per Mariano Esposito; 10 anni per Vittorio Del Gavio, Loredana Esposito, Domenico Iovine; 9 anni per Salvatore De Cicco, 8 per Salvatore Robert, 7 per Rita Marino e Carmine Monda. Altre 21 persone erano state arrestate nel corso della stessa operazione, e condannate a seguito di giudizio abbreviato richiesto dalle parti, il 27 aprile del 2007.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©