Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La donna viveva con un centinaio di animali in casa

Vercelli, disabile sbranata in casa dai suoi cani. Arrestati la figlia e il compagno


Vercelli, disabile sbranata in casa dai suoi cani. Arrestati la figlia e il compagno
19/06/2013, 21:21

CARISIO – Morire sbranata dai propri cani. È accaduto a Carisio, in provincia di Vercelli, dove una donna disabile di 83 anni, immobilizzata a letto da gravi patologie, è morta sbranata da due cani nella sua casa. La donna viveva insieme alla figlia e al compagno di quest’ultima e la propria abitazione era stata trasformata in una sorta di canile, dove ospitavano un centinaio di animali. I due sono stati arrestati dai carabinieri per maltrattamenti e abbandono di persona incapace. La tragedia è stata causata dalla grave situazione di degrado e di abbandono in cui l'anziana era costretta a vivere.
La vittima, Lidia Bider, è stata sbranata da un rottweiler e un dalmata di razza spagnola che venivano custoditi nella stessa stanza della anziana. Gli animali erano tenuti in pessime condizioni.  Sul posto, insieme con i militari dell'Arma, sono intervenuti i medici del servizio veterinario dell'Asl di Vercelli e il sindaco di Carisio, Claudio Costanzo. Il magistrato ha disposto l'autopsia della vittima.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©