Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Fuori la chiesa festeggiamenti della criminalità con i botti

Verdi: addio al parroco di Scampia Don Aniello Manganiello


Verdi: addio al parroco di Scampia Don Aniello Manganiello
11/10/2010, 15:10

"L' addio di stamane - spiega il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli che ha partecipato all' ultima funzione religiosa del parroco di Scampia assieme al presidente dell' associazione antipedofilia Un Patto per la Vita Vincenza Calvi - di Don Aniello Manganiello è una ferita alla comunità cattolica napoletana che non si rimarginerà facilmente.
Il paradosso è che mentre Don Aniello deve andare via un altro parroco , colto in flagranza di reato dalla polizia mentre consumava un rapporto sessuale nel luglio scorso con una 15enne adescata su internet, viene trattato con i guanti e addirittura ha celebrato messa in una chiesa al centro di Napoli.
Il messaggio che arriva è devastante e sembra quasi che la Chiesa sia tornata indietro di secoli".
I Verdi e i rappresentanti dell' associazione antipedofilia hanno esposto anche dei cartelli all' ingresso della Chiesa con su scritto: "basta con i preti pedofili, vogliamo i preti anticamorra" e "Chiesa non abbandonare i preti anticamorra".
"La cosa più triste - conclude Borrelli - è che mentre oltre 1.000 persone e centinaia di ragazzi e bambini piangevano disperati per la partenza di Don Aniello fuori le mura della chiesa sono stati sparati botti e fuochi per tutto il tempo. Alcuni parrocchiani ci hanno raccontato che la criminalità del quartiere oggi ha festeggiato la liberazione da questo prete scomodo senza sparare un colpo".

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©