Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Verdi all' attacco di Regione e comuni per la strage di animali in Campania


Verdi all' attacco di Regione e comuni per la strage di animali in Campania
24/02/2012, 14:02

"Stamane durante l' ennesimo sopralluogo sul Lago d' Averno per controllare la moria di pesci - dichiarano il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e Gennaro Tavassi dei Verdi ed Ecologisti che stanno pattugliando da giorni il sito - abbiamo trovato ancora centinaia di pesci morti che galleggiavano sull' acqua. La cosa più grave e che bambini e curiosi oltre a fotografarli li raccoglievano per portarli via non sappiamo perchè. Noi temiamo per venderli e mangiarli. Cosa che noi sconsigliamo vivamente visto che non sono chiari i motivi per cui questi animali sono morti. Secondo alcuni esperti da noi interpellati questa strage di pesci sarebbe dovuta all' inquinamento e quindi potrebbero essere molto nocivi per la salute.
Mentre i pesci muoiono nel lago d' Averno nel limitrifo lago Lucrino sono state costruite addirittura tre villette abusive, già sequestrate dalle forze dell' ordine, sorte su suoli pubblici destinati alla realizzazione di campetti di calcio per bambini ad opera di un esponente politico locale del centro destra proprietario di un locale che affaccia sullo specchio d' acqua proprio del Lucrino".
"Il disinteresse delle istituzioni - continuano Borrelli e Tavassi - per la difesa dell' ambiente è drammatico. Mentre nei laghi dei Campi Flegrei assistiamo alla distruzione progressiva di ogni forma di flora e fauna a Marigliano dove l' alveo è da mesi un sito dove i criminali gettano centinaia di carcasse di cani e gatti uccisi in sacchi di plastica neri il consiglio comunale che si doveva occupare del problema per ben due volte non ha raggiunto il numero legale".
"Siamo disgustati - spiega Saverio Lo Sapio dell' asociazione ambientalista Oxigeno - dallo scarso interesse del comune su un tema così grave e delicato. A marzo realizzzeremo una grande manifestazione animalista

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©