Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Verdi e Pd: "malori vicino al cimitero di Ponticelli per i miasmi dei rifiuti tossici"


Verdi e Pd: 'malori vicino al cimitero di Ponticelli per i miasmi dei rifiuti tossici'
02/11/2011, 11:11

"Diverse persone - denuncia il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli - si sono sentite male stamattina a causa dei miasmi provenienti dai rifiuti speciali provenienti dalla Malesia e abbandonati lungo il percorso che porta al al Cimitero di Ponticelli a Napoli. Mentre si recavano a rendere omaggio ai propri defunti due signore sono svenute, un anziano ha avuto un attacco di asma e un ragazzino ha vomitato dopo essere passati vicino a questi rifiuti composti da una gelatina che emette cattivi odori insopportabili e probabilmente altamente tossici".
"Vogliamo anche ringraziare pubblicamente - continua Borrelli - i volontari della Protezione Civile che in queste ore stanno svolgendo uno straordinario lavoro di controllo agli ingressi dei cimiteri di Napoli e provincia riducendo al massimo i disagi dovuti all' enorme flusso di persone.
E' assurdo che vengano attivati per la sicurezza nei cimiteri nei giorni di festa e non per le emergenze dovute al maltempo".
"I rifiuti tossici - dichiarano il capogruppo dei Verdi Antonio Rescigno e l' esponente del PD Carmine de Falco entrambi consiglieri della VI municipalità - sversati a Via Mario Palermo n 53 provenienti dalla Malesia, nonostante le segnalazione al comando dei Vigili Urbani di Ponticelli, all’Assessore Narducci e al nucleo di Polizia Ambientale non sono stati ancora rimossi. La strada è attualmente con accesso libero a tutti i cittadini con grave pregiudizio per l’incolumità e la salute pubblica".
"Abito vicino al cimitero assieme alla mia famiglia e a mia madre - spiega Generoso Borriello autore delle foto denuncia allegate - la notte non riusciamo a dormire a causa dei cattivi odori provenienti da quei rifiuti speciali e spesso a pranzo ci viene da vomitare. Non ce la facciamo più. Qualcuno deve rimuoverli".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©